pubblicato il 01/11/13

Senza vergogna

 Sarà una moda oppure, il nostro mare è invaso apparentemente da tonni alletterati eppure, io non ne sono così certo.

Sarà anche che a giugno effettivamente le mie prime uscite a spinning mi hanno regalato prede, tonni alletterati per l’appunto, di un certo rilievo ma poi, non ho mai più avuto il piacere di incontrarli mentre ho invece avuto tante visite di altri tipi di tonno.....rosso.

Da settembre agli inizi di novembre verifico che ci sono decine di barche  spesso impegnate in combattimenti spasmodici con canne da 30 e 50 libbre. Le prede, letteralmente volano fuori dall’acqua per non farvi mai più ritorno.

Mai, che avessi visto un pescatore ricreativo prendere un pesce e ributtarlo (vivo possibilmente),…. mai.

Stamattina apprendo che una persona di cui non mi viene rivelato il nome ma, che conosvco bene, pochi giorni fa ha imbarcato circa 100 (CENTO) tonni rossi da 1 kg per farne barattoli...Non so se sperare nel botulino....

Ci vorranno generazioni ma, d’altra parte, se in un pessimo filmato televisivo, e sottolineo pessimo in tutto, si vedono cestinare decine di spigole per poi ammettere candidamente di “aver esagerato ma ….sapete com’è…ci sono tanti amici a cui darle….”, allora mi ritiro a quieto vivere e dichiaro totalmente persa la mia battagli a favore del catch and release.

Ma torniamo all’invasione dei tonni alletterati perché proprio l’altro giorno ho l’illuminazione che mi chiarisce le idee; non sono….alletterati!

Me ne accorgo perché vedo una grande mangianza e speranzoso di incontrarli mi ci getto a capofitto lanciando i miei jig e colpendo l’obbiettivo dopo pochi istanti; gran combattimento e l’alletterato affonda in fughe violente strappando filo dalla frizione.  Prendo la decisione di tenere solo il primo per poi rilasciare tutti gli altri e arrivato a guadino (io uso il guadino da pesca al luccio così ci entrano anche le lecce da 25 kg…) ci rimango malissimo…

Macchè alletterato porca miseria, questo è un tonno rosso di 2 kg scarsi per cui lo rimetto in acqua e decido che si è trattato di un caso perché il mare “scoppia” di prede che non siano protette da regole ferree  misure minime.

Rilancio e ne aggancio un secondo, poi un terzo, poi un …quarto e ogni volta la stessa storia; veloce sgancio grazie all’amo singolo e rilascio del prezioso “bluefin tuna” ultra protetto.

Intanto , intorno a me continuano a salpare pesci con le loro 30-50 libbre…

Ammetto chr spero sempre che rarivi una Capitaneria a fare un macello ma, non è mai accaduto…

Mi sovviene un atroce dubbio confermato poi dall’amico che cerca di prendermi per i fondelli qualche ora dopo…”domani vieni a traina sai è pieno d tonni alletterati…”

Gran figlio di una statua di sale mi verrebbe da dirgli…anzi glielo dico proprio….qui è pieno di tonni rossi e stanno facendo una razzia di pesci da 1 chilo!

Vergogna, bracconieri e strupratori del mare.....Charter di pesca che ancora pescano con il bastone, razzia conntinua da parte di semplici schifosi bracconieri.

Pensavamo fosse una usanza barbara finita nel dimenticatoio invece, prendere i tonni rossi pulirli e dire di aver preso alletterati è diventata la scusa del momento…gente, senza vergogna.

Ma forse questo è meno grave dal momento che per radio, nel Lazio come in Campania oppure nel Veneto la radio VHF rilancia nell’etere frasi in codice del tipo “…bimbo in barca….oppure…fuori uno….”.

Sono tonni rossi, presi senza rispetto delle regole, presi a sfregio di tutti noi coglioni che invece proviamo a rispettarle.

La stagione è chiusa da 2 mesi eppure si continua imperterriti e fregandosene del rischio…perché tanto i controlli sono rari…

Proprio pochi minuti fa ho addirittura visto una foto di barattoli che riportavano la data di xy Ottobre e che la didascalia dichiarava essere ripieni di tonno…..La pesca del tonno rosso è chiusa da due mesi!!

Angler con migliaia di euro di attrezzatura e barche stupende che proprio non riescono a staccarsi da questa mediocrità culturale che attanaglia tutti e che a volte ci rende macellai del nostro stesso piacere di andare per mare.

Io ho deciso la mia strada e lo dico senza nessun rimorso e con la consapevolezza di non avere molti seguaci; sarà crudo e forse troppo integralista ma, cadaveri che urlano vergogna nella  mia barca non ne voglio.

E nella mia barca, chi ci vuole salire, sa che deve rispettare le mie regole.

Probabilmente, tranne poche eccezioni andrò a pesca da solo ma è assai meglio così.

Precedente | Successivo

Commenti

Icona utente Federico Caprari il 11/11/13
Se posso dire la mia, il problema dei "pescatori" in Italia, se così vogliamo chiamarli, è che non sanno cappottare. Il cappotto, nel Lazio (terramia!), è l'imbiancata, il non prender nulla. Bisogna imparare a cappottare, a non prendere niente e a farsi bastare la pesca. La pesca non deve essere competizione tra pescatori, perché allora si scade inevitabilmente nella ricerca della quantità a scapito della qualità del pescato (secchi di mormore sottomisura, o che dire delle povere trote!). La pesca non dev'essere feticismo perché chi cerca solo la collezione, il nuovo fiammante giocattolo, inevitabilmente è convinto che quel giocattolo sia la chiave magica per pescare e se quel giocattolo non pesca ne troverà altri che pescano, di nuovo a scapito della qualità e a premio della quantità. La pesca deve essere una competizione, ma con se stessi. La sifda è nella testa e gli attrezzi dovrebbero essere commisurati a questa e alle braccia di chi li ha in mano, non al portafoglio o alla spregiudicatezza nella voglia di fare strike. Bisogna imparare a cappottare.
Icona utente Giancarlo Tozzi il 04/11/13
In alto mare, detto da voi,come sulle banchine e di seguito sulle spiagge non vedo altro che uccisioni di sottomisure.Nel surfcasting, che pratico,si uccide di tutto, piccole marmore e ridicole spigole, per non parlare delle oratelle....dalle banchine vedo stragi di minutaglia portata a casa in buste di plastica...eeehhh però se di pesce non ce né più è colpa dei serra....maleducati ignoranti a cui pesa portarsi via dalla spiaggia uno starlight acceso.La mia felicità di una notte surf ogni volta si scontra con l'immondizzia lasciata in spiaggia, con le piccole lucine, come fossero stelle, lasciate sul bagnasciuga...starlight usati...troppo pesanti per portarli via....
Icona utente Paolo Mammola il 04/11/13
Ciao Roberto, hai perfettamente ragione... C'è chi fa di meglio su facebook.. Cerca l'amico pietro argirò di catanzaro e guarda che bella foto ha postato due giorni fa con i miei commenti.. Nemmeno se uno si "autodenuncia" viene multato.. Ti seguo sempre con simpatia. Paolo Mammola
Icona utente Cam il 04/11/13
Perché si continua a perseguitare tale specie? Semplice, perché i Grandi Sampei del nostro bidet, oltre a bramare ammirazione (maledetti a chi gliela dà) cercano gli interessi del loro investimento, migliaia di euro spesi in attrezzatura e trasporto che rendono tonni di ottima qualità. Purtroppo non riesce a entrare in testa che gli "interessi" nella pesca non sono materiali, sono semplicemente Emozioni. L'emozione di vedere un' alba sul mare carica di speranza, l'emozione dell' attesa, l' emozione del grande Incontro e... l' emozione del rilascio. Solo apprezzando tali valori si riesce a sentirsi veramente appagati. Dire di "rifarsi" i soldi "investiti" è anche una contraddizioni in termini poiché non siamo pescatori professionisti, sui quali sarebbe bene anche parlarne, ma sportivi. E in quanto tali è il gesto ad assumere un significato, non tanto il bottino fatto per sfregio. Non sono un difensore a spada tratta del C&R, penso solo che si debba avere più coscienza. Sei un grande Roberto, un lume in una notte senza stelle. Speriamo che in molti seguano la tua via.
Icona utente Camilla Antonini il 04/11/13
Ciao Roberto, condivido appieno quanto tu scrivi perché è il problema con il quale ci continuiano a scontrare giorno dopo giorno e purtroppo per ora non trova soluzione. Sarebbe bello se tutti la pensassero come te, ma il presente è ahimè caratterizzato da questa ‘mediocrità culturale’ che cerca un ritorno alludendo alle cose più assurde ed improbabili, sempre più spesso con crescente arroganza. Noi possiamo e dobbiamo continuare a credere e divulgare l'etica mantenendo fede ai nostri ideali, sentendoci anche spesso dare degli stupidi, consapevoli che purtroppo in mare siamo ancora troppo pochi.
Icona utente Francesco Emanuele il 04/11/13
Roberto, comprendo il tuo stato d'animo.. Lo comprendo, comprendo la rabbia ed il disgusto.. L'ho anche scritto e sono l'unico ad averlo fatto.. Non sono neanche riuscito a gioire, trovandomi contro tutti i miei amici spinners, quando non mi sono mostrato, sul blog e nel mio forum, contento per l'apertura del Rosso agli sportivi tutto l'anno.. Non credevo e non credo che noi italiani siamo pronti ed abbiamo raggiunto quel livello di civiltà minimo indispensabile per una tale concessione.. non lo siamo nè mai lo saremo sino a che anglers in piedi su decine di migliaia di euro non resisteranno a quella tentazione bracconiera, non lo saremo sino a che non avremo informato come manipolare o meglio NON manipolare un Tonno prima del rilascio. Non lo saremo mai se non riusciremo a lasciarli in pace durante il periodo riproduttivo, sportivo o no che sia lo spirito. Non lo saremo perchè sappiamo che le Capitanerie non possono controllare il territorio.. Non lo saremo mai sino a che ci sarà un solo fesso a farci i complimenti per una cattura illegale.. E' stato fatto un bel regalo ai pescatori sportivi (che comunque non condivido) consentendo loro di imparcare attrezzature da tonno tutto l'anno e non si è pensato ai tonni.. Tipico degli italiani analizzare soltanto il mezzo problema più facile per non affrontare la parte più dififcile dello stesso.. MA poi la mia domanda è, se siamo tanto bravi perchè andare a rompere le scatore ad un pesce in via di estinzione quando il nostro Mediterraneo è stracolmo di altre specie? PERCHE'? Perchè questa necessità di scontrarsi con un animale protetto da tutte le nazioni del mondo? Io sono di certo uno stupido e non capisco.. Sono solo un piccolo pescatore che prova a scrivere quattro fesserie in giro per la rete facendosi un nemico dopo l'altro (soprattutto tra i grandi pescatori :D ) ma vorrei che qualcuno sinceramente mi spiegasse perchè sfogare in nostro testosterone contro questo animale.. Bhà...
Icona utente Riccardo Ceoldo il 04/11/13
Siamo troppo civilizzati... e lo si vede ogni giorno con la politica e con gli abusi di ogni tipo che mediamente subiamo. Quello dello stupro della natura è uno dei tanti... e la colpa è nostra... che sappiamo ci indigniamo e cosa facciamo??? nulla! dovremmo fare nomi e cognomi se non addirittura saltare in barca dei bracconieri e spaccargli la testa. Per preservare un bene di tutti vessato e maltrattato da poveri ignoranti ingordi.
Icona utente angelo il 04/11/13
Io sono un pescatore alle prime armi.........ma se avete tutta questa voglia, come me, di salvare questo mare e visto che conoscete questi soggetti........perché non denunciate???????
Icona utente corrado il 03/11/13
purtroppo in questo paese le regole ci sono per essere infrante. E' lo specchio della nostra evidente mediocrità.
Icona utente fabrizio niccolai il 03/11/13
roberto la mamma degli stupidi è sempre incinta, costoro non conoscono il piacere vero della pesca anzi proprio NON SANNO COSA SIGNIFICA PESCARE sono solo dei MACELLAI PRESUNTUOSI.
Icona utente Massimo Castellano il 02/11/13
Ciao Roberto, condivido pienamente tutto ciò che sopra hai descritto, hai perfettamente ragione nel dire che tanti " pescatori " sono dei demeriti "c......." che non hanno capito che così facendo stanno concludendo un capitolo di distruzione iniziato già da troppi anni e che nessuno e dico nessuno si impegni più di tanto per cercare di contrastarne un esito di cui tutti noi siamo consapevoli ma che nessuno ne vuole mai parlare. Scusami non mi sono neanche presentato, mi chiamo Massimo Castellano ho 43 anni e vivo di questo stupendo hobby da quando ne avevo 6. Il mio stupendo paese si chiama San Nicola Arcella in provincia di CS e situato a 110mt sul livello del mare ed anche qui come in tante le altre parti d'Italia (causa anche questo lungo periodo di bel tempo) assisto giornalmente a veri e propri massacri di piccoli tonni rossi di pochi KG.. La capitaneria di porto locale devo dire che almeno dalle nostre parti effettua molti controlli ma purtroppo non basta........ qui i pescatori c.......sono davvero tanti. Per concludere volevo ringraziarti per tutto ciò che fai, per tutto ciò che riesci a trasmettere durante le tue trasmissioni, i tuoi dibattiti, alle persone come me che amano come la propria vita il nostro bellissimo mare , e che finchè ne avranno la forza urleranno BASTA A TUTTO CIO'.... Cordiali saluti Castellano Massimo
Icona utente luigi alatini il 02/11/13
purtroppo mancano i controlli e l'ignoranza è tanta
Icona utente stefano il 01/11/13
bravo.... grazie per quello che fai! Pianeta terra è dalla tua parte!
Icona utente Loris Ferrari il 01/11/13
Complimenti Roberto, hai tutta la mia stima! Sono capaci tutti di fare C & R con pesci presi in acque maleodoranti e inquinate... in mare invece...

Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di
controllo

News
Parliamo dell'apertura alla trota? Rito o mattanza annuale? Continua..
Me ne torno a casa dopo Vicenza 2017-Pescare Show con molto entusiasmo personale e altrettante perplessità sul reale stato delle cose. ma vado per gradi. Continua..
Il perché si chiude una porta legata ai canali a pagamento e si apre un portone fatto di televisione in chiaro. Continua..
Uno stralcio di SurfCasting Academy , il nuovo libro sul surf in uscita tra un mese circa. Tanto per fare chiarezza e tranquillizzare chi vorrebbe dei meriti che ha solo in parte e mi scrive stizzito dopo 20 anni... Continua..
Una meravigliosa scoperta, la riprova che con entusiasmo e sacrificio si possono creare angoli di paradiso; Tail Water Tevere a Sansepolcro Continua..
Da anni cerchiamo di rendere la pesca sportiva eco compatibile, sostenibile. Da anni proviamo a diffondere un comportamento etico che ci renda inattaccabili e nel frattempo la televisione generalista propone esempi del tutto opposti. Continua..
Partita persa oppure esiste ancora una flebile luce? Credo sia difficile pensare positivo perché manca la cultura della pesca ricreativa e sportiva e le leggi non ci aiutano affatto. Continua..
Ho scritto una lettera al portavoce dei 5Stelle Liguria che si era espresso in modo assai poco convincente sulla pesca ricreativa. Aspetto risposta graditissima. Continua..
Firmare la mozione dela FIPSAS per fermare una legge beffa ai danni di tutti noi. Continua..
Il Testo unificato che crea la licenza di pesca in mare va fermato prima che lo scandalo si consumi ai danni di tutti noi. Più che scandalo, una enorme presa per i fondelli a 1.5 milioni di appassionati! Continua..
Un editoriale scritto nel 2009 che ripubblico volentieri visto che adesso si scopre che dietro la pesca sportiva potrebbe esserci un mucchio di posti di lavoro.. Continua..
Polemiche sterili su parole mai dette. Serve una mente aperta e sopratutto, una maggiore tolleranza. Continua..
Una riflessione sulla indecente proposta e il link dove scaricare il modulo per dire: NO! Continua..
Ecco il testo integrale della lettera aperta inviata da EFSA al Ministro delle POlitiche Agricole (MIPAAF) Continua..
Nelle proposta di legge presentata dal Dep. Oliverio viene messo nero su bianco che dietro la pesca illegale e il commercio illegale di pesci si cela .....la pesca ricreativa.....Ora forniscano le prove... Continua..
Un Deputato propone la licenza di pesca in mare e contemporaneamente, più fondi a sostegno dei professionisti. Togliere a noi per dare alle reti? Non mi pare una buona idea e non se ne sono valutati i rischi... Continua..
Eccellenze italiane che stanno dimostrando come la pesca sia uno strumento moderno e efficace per creare lavoro; una ricetta fatta di amore, professionalità e zero chiacchiere! Continua..
La farsa italiana di voler dire che la carpa, con 2000 anni di cittadinanza italiana è alloctona. Pertanto è tra le specie invasive e deve essere distrutta.Lascio perdere i commenti che si ascoltano all'estero... Continua..
Chiusa la pesca al tonno senza aver avuto la possibilità di immergere le lenze che anche quest'anno, pur pronte all'uso, sono rimaste all'asciutto...Intanto i furbi continueranno a farsi i comodi loro... Continua..
Aprire le menti e provare a dialogare. Non è una impresa facile provare a capire in un panorama contorto e pieno di contraddizioni come quello della pesca italiana Continua..
Accampare diritti? Tradizione nazionale!! Doveri? Pochi e sopratutto, che siano un problema di altri..Questa è la pesca ricreativa? Continua..
La pesca del tonno per i ricreativi è una farsa; me ne sto convincendo velocemente.La politica si fa beffe ma noi ci mettiamo il carico da quaranta con comportamenti che devono essere messi al bando e denuncia Continua..
Senza vergogna, senza nemmeno nascondere che si commettono reati. Una brutta pagina che l pesca ricreativa sta scrivendo e che non smette di scrivere, incapace com'è, di crescere culturalmente. Continua..
I retroscena di The King Fishers per Nat Geo, una bella esperienza internazionale con tanta luce e qualche ombra fastidiosa! Continua..
Archivio News
 
Social
 
Ricerca