pubblicato il 13/06/15

Ogni tanto fa bene uscire dalla  politica paludosa che coinvolge la pesca italiana ed entrare in ambiti in cui le parole d'ordine sono, progettualitá, fiducia, entusiasmo. Distanze astrali dalla palude in cui siamo da decenni, incapaci di farci sentire, di apparire interlocutori credibili o semplicemente, delle persone da ascoltare. Diverso é quando l"ambito diventa internazionale e quando ci si affaccia sulla vera storia della pesca sportiva mondiale.
Questo accade ogni volta che varco la soglia dell'IGFA a Fort Lauderdale oppure, nel meeting annuale che riunisce i Representative dell'Associazione.
Qualcuno si domanderà chi sono questi "rappresentanti" e qualcun'altra storcerà il naso pur senza conoscere a fondo questa organizzazione.
I Rep. sono gli ambasciatori dell'IGFA nel mondo, questo in estrema sintesi esattamente come ci ha presentati alla televisione turca il Presidente Rob Kramer.
Non sono uomini preposti a certificare record, al massimo ne sottolineano la credibilità né, sono detentori di verità da cui pendere ma, ben altro e l’incarico è il massimo a cui un angler può ambire..
I Rep. sono gli angler preposti a diffondere una serie di messaggi atti a trasformare la pesca fine a sé stessa in un insieme di azioni che coinvolgono la sfera culturale, etica, morale ed anche educativa che può contenere il nostro hobby ( o professione).
Impegno arduo quando si vive un ambito culturale in cui vince il più furbo, in cui le regole sono fatte per essere violate, in cui il compromesso é un modus vivendi e il doppio giochismo é uno sport.
Le avvisaglie le ebbi 11 anni fa, appena nominato Rep., quando un amico mi disse che così avremmo certificato record su record magari chiudendo un occhio. Quando replicai che non se ne parlava nemmeno mi prese per matto....dire balle sulle misure dei pesci é sport mondiale e se poi ci si guadagna un minuto di celebrità il piatto diventa irresistibile.
Non ho mai certificato un record ma ho contribuito a smascherarne un paio, ignobili tentativi di farsi pubblicità gettando fango su una tradizione.
Quest'anno i Rep. europei e non solo, si sono trovati a Istanbul per una due giorni vibrante e di grande positività da cui sono scaturite idee che ribadiranno la posizione dell'IGFA  in tutti gli ambiti della pesca ricreativa mondiale anche se prima siamo partiti dalle novità che arrivano dal Museo IGFA che dopo molti lustri viene spostato da Fort Lauderdale, sede storica dove rimarranno gli uffici e la biblioteca, a Springfield - Missouri.
 Il boss di Bass Pro Shop ha infatti messo a disposizione dell' IGFA una struttura con mega acquario da svariati milioni di litri che raccoglierà una stima di visitatori tra i 500 e i 700mila l'anno ovvero dieci volte il numero di visite che garantisce l'attuale struttura in Florida. Ciò significa afflusso di denaro, investimenti nella ricerca, promozione e tutto ciò che renderà IGFA ancora più centrale nel "recreational, fishing" mondiale.
IGFA partner del Congresso degli Stati Uniti con il preciso compito di promuovere lo sport fishing che é sostenibile,crea lavoro, opportunità laddove la pesca professionale ha distrutto e succhia contributi statali.
Un sogno irraggiungibile nel nostro Paese travolto, come in tante altre parti dell'Unione Europea, dalla lobby dei retaioli che é incapace di un progetto che non sia distruttivo, anacronistico e unilaterale.
Molto interessante la relazione sull'eccesso di prelievo dei piccoli pesci (alici, sardine, aringhe, sandeel) a causa della sconsiderata pesca professionale che, direttamente impatta sugli stock dei  predatori eppure anche qui la pesca professionale ha cercato di far passare un concetto aberrante affermando che il calo di sardine é da imputarsi ai troppi tonni presenti nel Mediterraneo.
La parte di ricerca scientifica é il cavallo di battaglia dell'Associazione con varie iniziative tra cui spicca il World Marlin Race ovvero la taggatura satellitare dei rostrati per comprenderne spostamenti, abitudini e l'impatto delle variazioni climatiche. Considerevole l'analisi degli spostamenti durante El Nino?.
Analogo progetto di ricerca, quello portati avanti dalla Pesca Ricreativa Responsabile , organizzazione spagnola collegata all'IGFA coni, Great Tuna Race, progetto che dimostra come i tonni siano capaci di attraversare il Mediterraneo in pochi giorni per riprodursi e quindi partire per le coste est dell'Atlantico a Terranova.
Fondamentale la nuova regolamentazione a protezione della spigola emessa dall'Unione Europea che speriamo trovi totale applicazione da noi partendo dal logico innalzamento della misura minima a 40 cm per arrivare ai periodi di chiusura totale della pesca durante la riproduzione ( dove invece vengono massacrate tra bigattinari, cianciole, palamiti e quant"altro). Ma che accada mi sembra francamente difficile; a chi lo dice agli spigolari delle foci che ogni giorno catturano e portano via che la pesca é chiusa?
La strada da percorrere é lunga e difficile per arrivare a far passare il concetto che la pesca ricreativa genera economia di molto superiore a quella distruttiva delle reti e che proprio per questo dovrebbe trovare una dignità che le é totalmente negata nonostante l'esempio Florida dovrebbe insegnare molto.LI le reti stanno definitivamente sparendo perché i denari ed il lavoro che genera la pesca ricreativa non ammettono altro.Sarebbe bello se, nell'interesse generale, la politica prendesse atto di tutto ciò e lavorasse in una direzione completamente opposta a quella ridicola, pretestuosa e lobbistica in cui sta muovendo. L?esmepio della patetica licenza id pesca in mare con la proposta di girare i soldi ricavati ai professionisti è lampante. Nel resto dle mondo si sono fatti una risata e poi hanno capito il nostro dramma. Ma non basta purtroppo.In Italia comanda una lobby succhia aiuti di Stato oramai ingiustificabili e la politica la subisce anziché combatterla.

Precedente | Successivo

Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di
controllo

News
Parliamo dell'apertura alla trota? Rito o mattanza annuale? Continua..
Me ne torno a casa dopo Vicenza 2017-Pescare Show con molto entusiasmo personale e altrettante perplessità sul reale stato delle cose. ma vado per gradi. Continua..
Il perché si chiude una porta legata ai canali a pagamento e si apre un portone fatto di televisione in chiaro. Continua..
Uno stralcio di SurfCasting Academy , il nuovo libro sul surf in uscita tra un mese circa. Tanto per fare chiarezza e tranquillizzare chi vorrebbe dei meriti che ha solo in parte e mi scrive stizzito dopo 20 anni... Continua..
Una meravigliosa scoperta, la riprova che con entusiasmo e sacrificio si possono creare angoli di paradiso; Tail Water Tevere a Sansepolcro Continua..
Da anni cerchiamo di rendere la pesca sportiva eco compatibile, sostenibile. Da anni proviamo a diffondere un comportamento etico che ci renda inattaccabili e nel frattempo la televisione generalista propone esempi del tutto opposti. Continua..
Partita persa oppure esiste ancora una flebile luce? Credo sia difficile pensare positivo perché manca la cultura della pesca ricreativa e sportiva e le leggi non ci aiutano affatto. Continua..
Ho scritto una lettera al portavoce dei 5Stelle Liguria che si era espresso in modo assai poco convincente sulla pesca ricreativa. Aspetto risposta graditissima. Continua..
Firmare la mozione dela FIPSAS per fermare una legge beffa ai danni di tutti noi. Continua..
Il Testo unificato che crea la licenza di pesca in mare va fermato prima che lo scandalo si consumi ai danni di tutti noi. Più che scandalo, una enorme presa per i fondelli a 1.5 milioni di appassionati! Continua..
Un editoriale scritto nel 2009 che ripubblico volentieri visto che adesso si scopre che dietro la pesca sportiva potrebbe esserci un mucchio di posti di lavoro.. Continua..
Polemiche sterili su parole mai dette. Serve una mente aperta e sopratutto, una maggiore tolleranza. Continua..
Una riflessione sulla indecente proposta e il link dove scaricare il modulo per dire: NO! Continua..
Ecco il testo integrale della lettera aperta inviata da EFSA al Ministro delle POlitiche Agricole (MIPAAF) Continua..
Nelle proposta di legge presentata dal Dep. Oliverio viene messo nero su bianco che dietro la pesca illegale e il commercio illegale di pesci si cela .....la pesca ricreativa.....Ora forniscano le prove... Continua..
Un Deputato propone la licenza di pesca in mare e contemporaneamente, più fondi a sostegno dei professionisti. Togliere a noi per dare alle reti? Non mi pare una buona idea e non se ne sono valutati i rischi... Continua..
Eccellenze italiane che stanno dimostrando come la pesca sia uno strumento moderno e efficace per creare lavoro; una ricetta fatta di amore, professionalità e zero chiacchiere! Continua..
La farsa italiana di voler dire che la carpa, con 2000 anni di cittadinanza italiana è alloctona. Pertanto è tra le specie invasive e deve essere distrutta.Lascio perdere i commenti che si ascoltano all'estero... Continua..
Chiusa la pesca al tonno senza aver avuto la possibilità di immergere le lenze che anche quest'anno, pur pronte all'uso, sono rimaste all'asciutto...Intanto i furbi continueranno a farsi i comodi loro... Continua..
Aprire le menti e provare a dialogare. Non è una impresa facile provare a capire in un panorama contorto e pieno di contraddizioni come quello della pesca italiana Continua..
Accampare diritti? Tradizione nazionale!! Doveri? Pochi e sopratutto, che siano un problema di altri..Questa è la pesca ricreativa? Continua..
La pesca del tonno per i ricreativi è una farsa; me ne sto convincendo velocemente.La politica si fa beffe ma noi ci mettiamo il carico da quaranta con comportamenti che devono essere messi al bando e denuncia Continua..
Senza vergogna, senza nemmeno nascondere che si commettono reati. Una brutta pagina che l pesca ricreativa sta scrivendo e che non smette di scrivere, incapace com'è, di crescere culturalmente. Continua..
I retroscena di The King Fishers per Nat Geo, una bella esperienza internazionale con tanta luce e qualche ombra fastidiosa! Continua..
Archivio News
 
Social
 
Ricerca