pubblicato il 12/03/16

Il testo unico della legge sulla pesca in mare è stata scritta per dare un duro colpo alla pesca ricreativa o meglio, la considera un elemento talmente trascurabile da non essere degno di  menzione. Chi l’ha scritta aveva ben chiare in testa una serie di indicazioni provenienti, in modo chiarissimo, da una unica direzione, la pesca professionale. Il mio pensiero è noto ed i dati parlano chiaro, il prelievo operato dai “dilettanti” è al massimo il 2% dell’intera massa di pesce prelevato. Un capello nella testa di Marley direbbe Duun mio vecchio amico. Sostenere il contrario è totale malafede e disinformazione perché questi numero sono noti sin da una bella ricerca fatta nel 2004 da Big Game Italia e coincidono al 95% con una analoga ricerca fatta fatta dall’IGFA pochi anni fa.

Dal testo della legge si evince invece il contrario così come dalle parole dei rappresentanti della associazioni che ho personalmente ascoltato alla Radio e alla Rai in tante occasioni. 

Altra tesi sostenuta dalla lobby delle reti è che i ricreativi pescano molto e vendono il pesce. Sono chiacchiere che si basano su una altro dato manipolato; forse il 3% dei pescatori ricreativi italiani pesca e vende il pesce. Al proposito va anche detto che le sanzioni esistenti sono pochissime e quindi , le supposizioni e le chiacchiere stano a zero.

Rimane un dato certo, vi sono comportamenti illegali e in ogni porto ci sono persone che violano la legge alla faccia di tutti noi.

Quando lo fanno, commettono un reato che va condannato, denunciato e respinto senza indugi. Perché chi vende fa il gioco dei nostri detrattori. 

Per questi comportamenti siete un emendamento a firma dell’On. Vannitelli che incrementa le pene amministrative in modo esemplare. MI auguro che servano come deterrente ma, in assenza di controlli, dubito abbia la minima efficacia. Rimane la legge, le sanzioni e qualche sfigato che ci incapperà sperando che sia uno dei “vip” della pesca in mare che spesso vediamo compiere stragi inutili che orgogliosamente propone poi sui social tra applausi gaudenti di un pubblico di persone che ignora che si tratta di reati e non, prove di capacità.

La legge sta per andare in discussione alla Camera e se verrà licenziata come l’abbiamo letta, sarà una profonda ingiustizia per tutto il nostro mondo. Il mare non è della pesca professionale o meglio lo è nella stessa misura in cui è nostro eppure tutto si sta rigirando contro chi usa una canna ed a favore di chi strascica. Ordinanze che proibiscono la pesca da terra durante la stagione balneare ma reti che possono essere messe a 2 metri dalla costa. Sanzioni a chi usa una canna su un molo ma si chiude un occhio quando vengono messe reti a tagliare le foci dei fiumi bloccando così l’uscita. 

Al momento ci rimane poco da fare, la FIPSAS ha intrapreso una campagna meritoria che serve a tutti e che non può essere contaminata da studio posizioni di parte. La Federazione è la voce della pesca sportiva e ricreativa, è l’organ istituzionalmente preposto a dialogare e va resa forte con il nostro sostegno senza esitazioni. Possiamo essere stati critici in passato o non aver condiviso certe scelte ma ora, quel tempo è passato e l’unica forza è l’unità di tutti contro un avversario comune, la cattiva informazione che ci dipinge in modo falso e tendenzioso .

Firmiamo subito, senza esitare al link che apparirà tra poche righe perché è la prima dimostrazione che possiamo dare a chi ci da addosso ch non siamo disposti ad accettare di essere presi per i fondelli e che non siamo salvadanai da svuotare. 

http://portale.fipsas.it/FIPSAS/Federazione/CampagnaFIPSASperlapescaricreativainmare/tabid/838/language/it-IT/Default.aspx

Precedente | Successivo

Commenti

Icona utente claudio il 03/08/16
I commenti sono inutili. Sono, comunque, perfettamente in sintonia con le considerazioni e le riflessioni espresse da Roberto Ripamonti.
Icona utente dalla valle marcello il 22/03/16
speriamo bene

Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di
controllo

News
Parliamo dell'apertura alla trota? Rito o mattanza annuale? Continua..
Me ne torno a casa dopo Vicenza 2017-Pescare Show con molto entusiasmo personale e altrettante perplessità sul reale stato delle cose. ma vado per gradi. Continua..
Il perché si chiude una porta legata ai canali a pagamento e si apre un portone fatto di televisione in chiaro. Continua..
Uno stralcio di SurfCasting Academy , il nuovo libro sul surf in uscita tra un mese circa. Tanto per fare chiarezza e tranquillizzare chi vorrebbe dei meriti che ha solo in parte e mi scrive stizzito dopo 20 anni... Continua..
Una meravigliosa scoperta, la riprova che con entusiasmo e sacrificio si possono creare angoli di paradiso; Tail Water Tevere a Sansepolcro Continua..
Da anni cerchiamo di rendere la pesca sportiva eco compatibile, sostenibile. Da anni proviamo a diffondere un comportamento etico che ci renda inattaccabili e nel frattempo la televisione generalista propone esempi del tutto opposti. Continua..
Partita persa oppure esiste ancora una flebile luce? Credo sia difficile pensare positivo perché manca la cultura della pesca ricreativa e sportiva e le leggi non ci aiutano affatto. Continua..
Ho scritto una lettera al portavoce dei 5Stelle Liguria che si era espresso in modo assai poco convincente sulla pesca ricreativa. Aspetto risposta graditissima. Continua..
Firmare la mozione dela FIPSAS per fermare una legge beffa ai danni di tutti noi. Continua..
Il Testo unificato che crea la licenza di pesca in mare va fermato prima che lo scandalo si consumi ai danni di tutti noi. Più che scandalo, una enorme presa per i fondelli a 1.5 milioni di appassionati! Continua..
Un editoriale scritto nel 2009 che ripubblico volentieri visto che adesso si scopre che dietro la pesca sportiva potrebbe esserci un mucchio di posti di lavoro.. Continua..
Polemiche sterili su parole mai dette. Serve una mente aperta e sopratutto, una maggiore tolleranza. Continua..
Una riflessione sulla indecente proposta e il link dove scaricare il modulo per dire: NO! Continua..
Ecco il testo integrale della lettera aperta inviata da EFSA al Ministro delle POlitiche Agricole (MIPAAF) Continua..
Nelle proposta di legge presentata dal Dep. Oliverio viene messo nero su bianco che dietro la pesca illegale e il commercio illegale di pesci si cela .....la pesca ricreativa.....Ora forniscano le prove... Continua..
Un Deputato propone la licenza di pesca in mare e contemporaneamente, più fondi a sostegno dei professionisti. Togliere a noi per dare alle reti? Non mi pare una buona idea e non se ne sono valutati i rischi... Continua..
Eccellenze italiane che stanno dimostrando come la pesca sia uno strumento moderno e efficace per creare lavoro; una ricetta fatta di amore, professionalità e zero chiacchiere! Continua..
La farsa italiana di voler dire che la carpa, con 2000 anni di cittadinanza italiana è alloctona. Pertanto è tra le specie invasive e deve essere distrutta.Lascio perdere i commenti che si ascoltano all'estero... Continua..
Chiusa la pesca al tonno senza aver avuto la possibilità di immergere le lenze che anche quest'anno, pur pronte all'uso, sono rimaste all'asciutto...Intanto i furbi continueranno a farsi i comodi loro... Continua..
Aprire le menti e provare a dialogare. Non è una impresa facile provare a capire in un panorama contorto e pieno di contraddizioni come quello della pesca italiana Continua..
Accampare diritti? Tradizione nazionale!! Doveri? Pochi e sopratutto, che siano un problema di altri..Questa è la pesca ricreativa? Continua..
La pesca del tonno per i ricreativi è una farsa; me ne sto convincendo velocemente.La politica si fa beffe ma noi ci mettiamo il carico da quaranta con comportamenti che devono essere messi al bando e denuncia Continua..
Senza vergogna, senza nemmeno nascondere che si commettono reati. Una brutta pagina che l pesca ricreativa sta scrivendo e che non smette di scrivere, incapace com'è, di crescere culturalmente. Continua..
I retroscena di The King Fishers per Nat Geo, una bella esperienza internazionale con tanta luce e qualche ombra fastidiosa! Continua..
Archivio News
 
Social
 
Ricerca